Documentazione di PostgreSQL 9.0 > Programmazione del server > PL/Python - linguaggio procedurale python > Funzioni Trigger
PrecedenteBlocchi di codice anonimiAccesso al databaseSuccessivo

42.6. Funzioni Trigger

Quando una funzione è usata come un trigger, il dizionario TD contiene valori relativi al trigger:

TD["event"]

contiene l'evento come una stringa: INSERT, UPDATE, DELETE, TRUNCATE, o UNKNOWN.

TD["when"]

contiene uno tra BEFORE, AFTER, o UNKNOWN.

TD["level"]

contiene uno tra ROW, STATEMENT, or UNKNOWN.

TD["new"], TD["old"]

Per un trigger a livello di riga, uno o entrambi questi valori contengono le rispettive righe trigger, dipendentemente dall'evento trigger.

TD["name"]

contiene il nome del trigger.

TD["table_name"]

contiene il nome della tabella sulla quale si è verificato il trigger.

TD["table_schema"]

contiene lo schema della tabella sulla quale si è verificato il trigger.

TD["relid"]

contiene l'OID della tabella sulla quale si è verificato il trigger.

TD["args"]

Se il comando CREATE TRIGGER includeva argomenti, sono disponibili in TD["args"][0] fino a TD["args"][n-1].

Se TD["when"] è BEFORE e TD["level"] è ROW, si può ritornare None o "OK" dalla funzione python per indicare che la riga non è modificata, "SKIP" per annullare l'evento, o "MODIFY" per indicare che si è modificato la riga. Altrimenti il valore di ritorno viene ignorato.

Documentazione di PostgreSQL 9.0 > Programmazione del server > PL/Python - linguaggio procedurale python > Funzioni Trigger
PrecedenteBlocchi di codice anonimiAccesso al databaseSuccessivo