Documentazione di PostgreSQL 9.0 > Il linguaggio SQL > Suggerimenti per migliorare le prestazioni > Impostazioni non durevoli
PrecedentePopolare un databaseAmministrazione del serverSuccessivo

14.5. Impostazioni non durevoli

La durabilità è una caratteristica del database che garantisce la registrazione di transazioni che hanno fatto il commit anche se il server ha un crash o perde potenza. Comunque, la durevolezza aggiunge un overhead significativo al database, così se il sito non richiede tale garanzia, PostgreSQL™ può essere configurato per andare molto più veloce. I seguenti cambiamenti alla configurazione possono essere fatti per aumentare le prestazioni in quei casi; essi non invalidano le garanzie di commit relative ai crash del database, solo per blocchi bruschi del sistema, ad eccezione dei seguenti casi:

  • Posizionare la directory dei dati del cluster in un file system "memory-backed" (per es. il disco RAM). Questo elimina tutto l'I/O del database, ma limita i dati immagazzinati all'ammontare della memoria disponibile (e forse alla swap).

  • Disabilitare fsync; non c'è necessità di fare un flush dei dati su disco.

  • Disabilitare full_page_writes; non c'è bisogno di preoccuparsi di scritture di pagina parziali.

  • Incrementare checkpoint_segments e checkpoint_timeout; questo riduce la frequenza dei checkpoint, ma incrementa i requisiti di immagazzinamento di /pg_xlog.

  • Disabilitare synchronous_commit; non ci potrebbe essere bisogno di scrivere il WAL su disco ad ogni commit. This does affect database crash transaction durability.

Documentazione di PostgreSQL 9.0 > Il linguaggio SQL > Suggerimenti per migliorare le prestazioni > Impostazioni non durevoli
PrecedentePopolare un databaseAmministrazione del serverSuccessivo